Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  16 giugno 2020
di Nessuno
Nessuno

The Beatles, Penny Lane potrebbe non chiamarsi più così

La città di Liverpool sta verificando se il celebre nome è collegato ad un trafficante di schiavi del 18esimo secolo

Le ultime notizie di cronaca riportano una globale rivalutazione della storia dei personaggi immortalati nelle città di tutto il mondo con statue, nomenclature di strade, piazze o monumenti. Anche la città di Liverpool sta prendendo parte alla verifica coinvolgendo anche la storia di Penny Lane, la celebre strada immortalata dai Beatles per determinare se prenda il nome da un noto trafficante di schiavi.


La scia delle proteste di Black Lives Matter

L'idea è emersa dopo che statue e altri oggetti commemorativi della vita di coloro che hanno perpetuato la schiavitù e il razzismo istituzionale sono stati messi a giudizio sulla scia delle proteste del movimento Black Lives Matter in atto in tutto il mondo. Diversi cartelli stradali che segnano Penny Lane, solitamente un luogo in cui i fan dei Beatles lasciano il loro nome, sono stati sfigurati di recente, con la parola "Penny" barrata e sostituita da "Racist" scritta sopra di essa. Alcune persone infatti credono che la strada prenda il nome da James Penny, un mercante di schiavi del 18° secolo


"Se è conseguenza diretta che quella strada chiamata Penny Lane lo sia a causa di James Penny, allora è necessario indagare", ha affermato Steve Rotherham, sindaco della città metropolitana di Liverpool su Sky News (via NME). "Qualcosa deve succedere e direi che quel cartello e quella strada potrebbero essere in condizione di venire ribattezzati".

Le origini del nome Penny Lane


Tuttavia, le origini del nome della strada non sono note. Un portavoce dell'International Slavery Museum che si trova sull'Albert Dock di Liverpool, ha affermato che le prove "non sono conclusive" sul fatto che la strada abbia il nome di James Penny. Rotherham ha aggiunto che "ha fatto un po' di ricerche su questo" e crede che il coinvolgimento della figura del mercante potrebbe avere a che fare con il costo di un pedaggio necessario per attraversare la strada.


"Spetta ad altre persone decidere se ritengono appropriato che il segnale stradale sia rimosso, se effettivamente c'è qualche collegamento con la schiavitù o altre influenze", ha osservato Rotherham. "Non sto fingendo o non presumo di dire alle persone nelle comunità della regione della città di Liverpool, cosa dovrebbero pensare. È un argomento che deve essere studiato e quindi, se venisse trovato un collegamento diretto, sarà possibile intraprendere azioni".


Il museo della schiavitù di Liverpool

L'International Slavery Museum è stato istituito nel 2007 in occasione del 200° anniversario dell'abolizione della tratta degli schiavi in ​​Inghilterra. Esplora il ruolo significativo svolto dalla città portuale di Liverpool nel trasporto di circa 1,5 milioni di africani schiavizzati nei Caraibi e nelle Americhe in modo che le generazioni future possano comprendere l'impatto della schiavitù nel corso degli anni.

The Beatles, Penny Lane potrebbe non chiamarsi più così