Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  26 aprile 2021

Premi Oscar 2021, tutti i vincitori della serata

Nuova conferma ai Premi Oscar 2021 per Trent Reznor dei Nine Inch Nails che si porta a casa la statuetta per la colonna sonora del film animato "Soul"

Si è tenuta questa notte al Dolby Theatre di Los Angeles la notte degli Oscar 2021, l'appuntamento più importante dell'anno per tutti gli appassionati di cinema che non aspettavano altro che scoprire tutti i vincitori della 93esima edizione dei Premi Oscar.

Mattatore della serata è stato il film "Nomadland" mentre l'Italia è rimasta a bocca asciutta. Un briciolo di rock nel corso degli Oscar si è avuto grazia a Trent Reznor, mente dei Nine Inch Nails, che insieme al fidato Atticus Ross e Jon Batiste si è portato a casa il suo secondo Oscar venendo premiato per la colonna sonora di "Soul".

Gli Oscar 2021

E' Nomadland della regista cinese Chloé Zhao il film protagonista della 93 esima edizione degli Oscar che si sono tenuti ieri sera nella consueta cornice del Dolby Theatre di Los Angeles. Anche se la vittoria era nell'aria, la prestazione di Nomadland agli Oscar 2021 è stata di quelle storiche grazie ai premi ritirati nelle due categorie principali come Miglior Film e Miglior Regia a Chloé Zhao, ai quali si aggiunge una terza statuetta a Frances McDormand che si aggiudica l'Oscar per la migliore attrice protagonista.

A bocca asciutta l'Italia che sperava di tornare a casa con almeno una statuetta grazie a Laura Pausini, in gara per la miglior canzone originale, e a Pinocchio di Matteo Garrone che era in lizza per i premi tecnici come migliori costumi e miglior trucco e parrucco.

Un nome storico del cinema, Anthony Hopkins, è stato premiato invece con il suo secondo Oscar per il suo ruolo in "The Father" come miglior attore protagonista diventando, a 83 anni, il più anziano mai premiato nelle categorie non tecniche nella storia degli Oscar. Daniely Kaluyaa è stato invece premiato come miglior attore non protagonista per il suo ruolo di leader delle pantere nere in "Judas and The Black Messiah".

Miglior attrice non protagonista è invece Yuh-Jung Youn per il suo ruolo in Minari.

I premi musicali agli Oscar 2021

Forse nessuna sorpresa per le categorie musicali agli Oscar 2021. L'Italia riponeva grandi speranze per Laura Pausini che, dopo il trionfo ai Golden Globes, era in gara con la veterana Diane Warren e Niccolò Agliardi con 'Io sì (Seen)' dal film "La vita davanti a sé"  nella categoria Miglior canzone originale.

A portarsi a casa la statuetta, invece, è stata H.E.R. con la sua 'Fight For You', canzone originale realizzata come colonna sonora di "Judas And The Black Messiah".

Un pizzico di rock arriva dal solito Trent Reznor. La mente creativa dietro i Nine Inch Nails, infatti, ci ha ormai preso gusto con la musica per i film e si porta a casa il suo secondo premio Oscar dopo quello per la colonna sonora di "The Social Network" nel 2011.

Reznor, insieme ad Atticus Ross e Jon Batiste è stati infatti premiato per la colonna sonora del film di animazione 'Soul'. Reznor e Ross, tra l'altro, erano presenti nella categoria con ben due nomination figurando in gara anche con la colonna sonora per "Mank".


Premi Oscar 2021, tutti i vincitori della serata

Tutti i vincitori dei Premi Oscar 2021

Ecco di seguito l'elenco di tutti i vincitori dei Premi Oscar 2021 per le varie categrie.

Miglior film: Nomadland

Miglior regia: Chloé Zhao (Nomadland)

Miglior attore: Anthony Hopkins (The Father - Nulla è come sembra)

Miglior attrice: Frances McDormand (Nomadland)

Miglior attore non protagonista: Daniel Kaluuya (Judas and the Black Messiah)

Miglior attrice non protagonista: Yuh-Jung Youn (Minari)

Miglior film internazionale: Un altro giro (Thomas Vinterberg)

Miglior film d'animazione: Soul (Pete Docter e Dana Murray)

Miglior corto d'animazione: Se succede qualcosa vi voglio bene di Michael Govier e Will McCormack

Miglior sceneggiatura originale: Emerald Fennell (Una donna promettente)

Miglior sceneggiatura non originale: Christopher Hampton e Florian Zeller (The Father - Nulla è come sembra)

Miglior cortometraggio: Due Estranei (Travon Free e Martin Desmond Roe)

Miglior scenografia: Donald Graham Burt e Jan Pascale (Mank)

Migliori costumi: Ann Roth (Ma Rainey's black bottom)

Miglior documentario: Il mio amico in fondo al mare di Pippa Ehrlich, James Reed and Craig Foster

Miglior cortometraggio documentario: Colette di Anthony Giacchino e Alice Doyard

Miglior sonoro: Nicolas Becker, Jaime Baksht, Michelle Couttolenc, Carlos Cortés e Phillip Bladh per Sound of Metal

Miglior fotografia: Erik Messerschmidt (Mank)

Miglior montaggio: Mikkel E. G. Nielsen (Sound of metal)

Migliori effetti speciali: Andrew Jackson, David Lee, Andrew Lockley e Scott Fisher (Tenet)

Miglior trucco e acconciatura: Sergio Lopez-Rivera, Mia Neal e Jamika Wilson (Ma Rainey's black bottom)

Miglior colonna sonora: Trent Reznor, Atticus Ross e Jon Batiste (Soul)

Miglior canzone: Fight for you (Judas and the Black Messiah).