Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  16 gennaio 2020

R.E.M. vie legali contro Trump

La band vuole fare causa al Presidente degli Stat Uniti per vietargli di utilizzare le loro canzoni

Il bassista dei R.E.M. Mike Mills ha rivelato che la band sta cercando qualsiasi via legale possibile da percorrere per fare causa al Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Il motivo? L'utilizzo impunito delle canzoni dei R.E.M. fatto da Trump durante la sua campagna elettorale per le elezioni presidenziali del 2020.

La band americana, che si è separata nel 2011, ha fatto sapere che si stanno esplorando tutte le vie legali possibili per evitare che ciò accada nuovamente dopo che alcune canzoni dei R.E.M. sono state utilizzate durante un raduno a Milwaukee.

Nell'occasione Mills descrisse Trump come 'falso' e 'truffatore', aggiungendo che la band non gli consentirà mai l'utilizzo della loro musica.

Dopo aver scoperto che 'Everybody Hurts' e 'Losing My Religion', due tra le canzoni più famose della band di Athens, erano state usate ad un raduno di sostenitori di Trump, Mills ha twittato: "Siamo venuti a conoscenza che Trump continua ad usare la nostra musica ai suoi raduni. Stiamo esplorando tutte le vie legali possibili per prevenirlo, ma qualora non fosse possibile, per favore sappiate che non consentiamo l'utilizzo della nostra musica da parte di questo falso e truffatore".

Trump non è nuovo a vicende gel genere e già nel 2015, durante la sua prima campagna elettorale, aveva utilizzato ‘It’s The End Of The World As We Know It (And I Feel Fine)’.

Con le elezioni che si avvicinano, anche Corey Taylor degli Slipknot si è espresso a proposito del Presidente degli USA.

Parlando al giornale irlandese Irish Times in occasione dello show degli Slipknot a Dublino, il frontman della band ha dato la sua previsione sulla possibile ri-elezione di Trump: "Mi piacerebbe che non fosse così. Le mie previsioni erano sbagliato ma Hillary Clinton avrebbe perso contro chiunque perché c'erano più persone a cui non piaceva che il contrario. Le persone possono sentirsi vicine a Trump perché è tanto un coglione incompetente e un sacco di gente sono in sintonia con lui, ed è per questo che lo hanno votato. C'è qualcosa che i Dem non hanno imparato e che i Repubblicani hanno imparato molto tempo fa: porta la tua fanbase a votare, indipendentemente dal candidato. Ci sono persone che hanno detto che non avrebbero ma ivotato per Hillary Clinton, pur consapevoli che lo spettro di Trump era lì.

Abbiamo Trump anche per colpa loro. Le persone che si rifiutano di vedere cosa bisogna davvero fare sono il motivo per cui ci becchiamo Trump. Chiunque sia il candidato, che sia Sanders, Biden o la Warren, se tutti i Democratici non sono dalla stessa parte come una cosa sola ci aspettano altri quattro anni di Trump. Se riuscissero a ribaltare il Senato, almeno, Trump resterebbe sotto osservazione".


R.E.M. vie legali contro Trump