Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  23 aprile 2020

Rolling Stones, a sorpresa un nuovo brano. Ascolta 'Living In A Ghost Town'

La storica rock band inglese torna con un singolo nato in isolamento. "Pensavamo che avrebbe risonato attraverso i tempi che stiamo vivendo"

Nella giornata in cui 49 anni fa pubblicavano uno dei loro album più celebri, "Sticky Fingers", i Rolling Stones hanno deciso di tornare a sorpresa con un nuovo brano dal titolo Living In A Ghost Town (teaser) . Il brano è stato scritto da Mick Jagger e Keith Richards e registrato tra Los Angeles e Londra a distanza, durante il periodo di isolamento a causa del lockdown.

La canzone è stata annunciata o dalla formazione della premiata ditta Mick Jagger - Keith Richards con pochi minuti di preavviso prima dell'anteprima mondiale ed è il primo inedito della mitica band britannica da 'Doom  And Gloom' e 'One More Shot' contenuti nella raccolta adel 2012 "Grrrr!".

L'ultimo album di inediti dei Rolling Stones è stato "A Bigger Bang" del 2005. Successivamente, l'unica release in studio firmata Rolling Stones è stata "Blue & Lonesome" nel 2016 che si tratta, però, di una raccolta composta da cover di vecchi brani blues. 

In una clip pubblicata sui social, il chitarrista Ronnie Wood ringrazia i fan per l'affetto degli ultimi giorni e annuncia 'Living In A Ghost Town' che, aggiunge, ha una 'melodia spettrale'.



Le dichiarazioni dei Rolling Stones su "Living In A Ghost Town"


Mick Jagger - ''Gli Stones erano in studio a registrare del nuovo materiale prima del lockdown e c'era una canzone che pensavamo avrebbe risuonato attraverso i tempi che ora stiamo vivendo. Ci abbiamo lavorato in isolamento. Ed eccola qui – s’intitola 'Living in Ghost Town' - spero che vi piaccia".

Keith Richards - "Allora, per farla breve. Più di un anno fa a Los Angeles avevamo pensato di tenere questo brano per un nuovo album, poi è scoppiato il casino e insieme a Mick abbiamo deciso che questa canzone doveva essere lavorata adesso e così eccola qui, "Living in a Ghost Town". Stay safe!".

Charlie Watts - "Mi è piaciuto lavorare su questa traccia. Penso rispecchi l’umore del momento e spero che le persone che l'ascoltano siano d'accordo".

Ronnie Wood - "Grazie mille per tutti i messaggi di queste ultime settimane, per noi è importante che vi piaccia la musica. Abbiamo un brano nuovo di zecca per voi, speriamo vi piaccia. Ha una melodia struggente, si chiama "Living in A Ghost Town".



L'effetto del Coronavirus sui grandi artisti rock 


Il difficile momento legato alla pandemia mondiale, evidentemente, sta spingendo sempre di più nomi enormi nel mondo del rock, privati per altro di qualsiasi possibilità di esibirsi dal vivo, a tornare in campo con della nuova musica, perché c'è sempre bisogno di voci amiche. Nell'ultimo mese anche un gigante come Bob Dylan ha deciso di farsi vivo con due inediti: 'Murder Most Foul' - che lo ha portato per la prima volta al primo posto nelle classifiche USA - e il nuovo brano 'I Contain Multitudes'.

Confinati tra le mura di casa gli artisti sono anche completamente nella scia del trend che li vuole impegnati in session direttamente tra le mura domestiche e pochi giorni fa i Rolling Stones hanno preso parte, insieme a molti altri a One World: Together At Home evento in streaming organizzato da Global Citizen e dalla World Health Organizations con la direzione artistica di Lady Gaga.


L'esibizione dei Rolling Stones per One World #TogetherAtHome


Proprio la performance degli Stones è stata tra le più chiacchierate e non per le classiche battute sull' immortalità di Keith Richards o per le mosse di Mick Jagger ma per l'eroe silenzioso Charlie Watts che si è prestato all'esibizione sulle note di 'You Can't Always Get What YOu Want' con un set di scena davvero particolare.

Nello split screen a quattro, un riquadro per ogni componente, lo storico batterista degli Stones è rimasto lì, in basso a destra, a suonare il classico da "Let It Bleed" fingendo di colpire ora una valigetta, ora il divano accanto a lui. 

Una prova da 'air drummer' consumato quella del musicista settantottenne che con la sua nonchalance e la sua classe nel far finta di suonare ha scatenato il divertimento di tutti i fan.



I

Il mistero della batteria di Charlie Watts


Molti, giustamente, si sono chiesto come mai il batterista di una delle rock band più grandi della storia non abbia una batteria in casa.

Perché Charlie Watts non ha una batteria in casa? Semplice, per il motivo più banale e comune che ci si possa aspettare: perché sembra che alla moglie dia fastidio il rumore.

Come spiegato in un'intervista già negli anni '80 dal diretto interessato - riporta Radio X -  Watts ha il permesso di suonare solo quando è impegnato in un tour dei Rolling Stones:

"Non posso suonare la batteria a casa, quindi per poterlo fare devo andare on the road e per farlo devo lasciare casa, ed è come un terribile circolo vizioso che è sempre stato presente nella mia vita. Odio essere lontano da casa, faccio sempre i tour pensando che sia l'ultima volta e che alla fine me ne andrò dalla band".

Rolling Stones, a sorpresa un nuovo brano. Ascolta  'Living In A Ghost Town'

The Rolling Stones - Living In A Ghost Town

The official video for Living In A Ghost Town by The Rolling Stones Listen to Living In A Ghost Town: https://RollingStones.lnk.to/GhostTownVD Subscribe for more: http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=TheRollingStones Mailing List: https://the-rolling-stones.lnk.to/SignUpID Website: http://www.rollingstones.com/ Shop: http://smarturl.it/RollingStonesStores http://www.bravadousa.com/rollingstones http://www.facebook.com/therollingstones http://twitter.com/RollingStones https://www.instagram.com/therollingstones http://vevo.ly/YjaHIe Music video by The Rolling Stones performing Living In A Ghost Town. © 2020 Promotone B.V., under exclusive licence to Universal International Music B.V.