Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  28 agosto 2020

Rolling Stones, i Killers remixano 'Scarlet'

Il brano degli Stones con Jimmy Page è stato remixato dai Killers con Jacquea Lu Cont

In attesa della pubblicazione dell'edizione 2020 di "Goats Head Soup", i Rolling Stones continuano a far uscire remix di 'Scarlet', uno dei tre inediti dalla riedizione dell'album pubblicato nel 1973 che vede anche  la partecipazione di Jimmy Page dei Led Zeppelin.

Dopo una prima rielaborazione ad opera dei The War On Drugs caratterizzata dalla batteria tipica del progetto di Adam Granduciel, i Rolling Stones hanno ora affidato un remix ai Killers in squadra con Jacques Lu Cont, monicker dietro il quale si cela il producer inglese Stuart Price.

Ascolta il remix di Scarlet fatto da Killers:



La collaborazione dei Rolling Stones con Jimmy Page

Nel corso delle loro carriere i percorsi di Led Zeppelin e Rolling Stones si sono incrociati più volte. Le due band sul finire degli anni '60 avevano registrato agli Olympic Sound Studios e pochi anni dopo i Led Zeppelin registrarono allo studio mobile nella villa di Mick Jagger a Stargroves

Dopo le registrazioni di "Goats Head Soup", mentre gli Stones lavoravano a nuovo materiale agli Island Studios di Londra, Page raggiunse l'amico Keith Richards per una jam session. Con i due in studio c'era il Rolling Stone aggiuntivo Ian Stewart al piano, Ric Grech di Blind Faith e Traffic al basso e Bruce Rowland (Fairport Convention, Joe Cocker) alla batteria.

Da quella session nata per scherzo venne fuori 'Scarlet'.

“Mi ricordo quando abbiamo provato il pezzo per la prima volta con Jimmy e Keith nello studio nella cantina di Ronnie - ha detto Mick Jagger  - Fu una grande session.”

Keith Richards ha aggiunto: "Ricordo che entrammo in studio subito dopo la fine di una session degli Zeppelin. Stavano andando via e Jimmy decise di rimanere con noi. Non avevamo in testa di tenerla come una canzone vera e propria, di base era un demo, per catturare il feeling di quel momento. Ma è venuta fuori bene e con una line up del genere, sai, abbiamo fatto bene ad utilizzarla.”


Raccontando quella nottata in un'intervista con Rolling Stone un anno dopo, quando girava voce di un possibile album solista del chitarrista dei Led Zeppelin, Page disse: "E' stato divertente. Siamo stati in piedi tutta la notte, siamo andati agli Island Studios e Keith ha messo giù un po' di chitarre dal suono reggae. Io ci ho aggiunto un po' di a solo, ma solo quando si erano fatte le otto del mattino. Keith portò i nastri in Svizzera e dopo che qualcuno li aveva scoperti disse che facevano parte di un mio disco.".


Goats Heads Soup 2020

Il 4 settembre uscirà l'edizione 2020 di "Goats Head Soup", album pubblicato originariamente dai Rolling Stones nel 1973.

Il disco sarà disponibile in numerose versioni e si va dai 12 euro della versione in musicassetta ai 18 per quella da due CD e i 30 per il doppio vinile fino ai 120 euro del Box Set Super Deluxe.

Tra i tanti contenuti extra c'è anche materiale mai pubblicato prima, come i due singoli fatti uscire nei mei scorsi: 'Criss Cross' e 'Scarlet' - quest'ultimo, nella Top 20 di Radiofreccia, vede la partecipazione alla chitarra di Jimmy Page dei Led Zeppelin - oltre ad un altro brano dal titolo 'All This Rage' che in una nota si dice abbia 'lo stile selvaggio da post Brown Sugar'.

Oltre agli inediti, tra i bonus ci sono anche molte versioni alternative ai brani contenuti nella tracklist originale su disco, come Hide Your Love e 100 Years Ago, mix mai pubblicati.

Nel box set deluxe, inoltre, ci sarà anche il disco Brussels Affair, un live da 15 tracce registrato in Belgio durante il tour in supporto del disco nell'autunno del 1973 e precedentemente contenuto solo nella serie di 'bootleg ufficiali' degli Stones del 2012.

Tra i contenuti del box set anche diversi mix dell'album come quello in 5.1 Surround Sound, Dolby Hitmos e Hi-Res, i video per Dancing WIth Mr.D, Silver Train ed Angie, un libro di 100 pagine con foto, testi scritti da Nick Kent, IanMcCann e Daryl Easle e le riproduzione di tre poster dal tour del 1973.

Tutte le versioni di Goats Head Soup sono già disponibili in pre-order nello store ufficiale della band.


RS No.9, il primo negozio interamente dedicato ai Rolling Stones

Intanto i Rolling Stones hanno annunciato il loro primo flagship store che aprirà il 9 settembre al civico 9 di Carnaby Street nel quartiere di Soho, a Londra. Lo shop nel pieno centro della capitale inglese sarà curato dalla band in collaborazione con la società di produzione merchandising Bravado.

Il negozio sarà caratterizzato dai colori della band, rosso e nero, e avrà un pavimento a vetri decorato con alcuni dei versi più significativi tra quelli scritti dai Rolling Stones mentre i camerini saranno caratterizzati dall'artwork degli album più famosi pubblicati da Mick Jagger, Keith Richards e soci.

All'interno si potranno trovare  merchandising di ogni tipo, vestiti esclusivi con i loghi della band, collaborazioni con stilisti e, ovviamente, i dischi pubblicati dai Rolling Stones.

"Soho ha sempre incarnato lo spirito del rock'n'roll - ha fatto sapere la band - quindi Carnaby Street è il punto perfetto per aprire il nostro negozio".

Sulle vetrine, riporta la BBC, ci sarà un'installazione che replica l'onda sonora di 'Paint It Black'. Lo store presenterà anche lo "Stones Red" un colore Pantone ufficiale che ricalca il rosso utilizzato per l'iconico logo delle labbra.

Rolling Stones, i Killers remixano 'Scarlet'