Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  25 febbraio 2020

Rush, ci sarà uno show tributo a Neil Peart

Il 'Professore' della batteria è scomparso lo scorso gennaio a 67 anni

Il batterista dei Rush Neil Peart sarà celebrato il prossimo 16 maggio con uno show nella sua città, St.Catharines in Ontario, Canada. "A Night For Neil" sarà un evento tributo a quello che è uno dei più grandi batteristi nella storia rock e unirà sul palco musicisti e addetti ai lavori nell'intento di ricordare 'Il Professore' dei Rush.

L'evento - una lista dei partecipanti non è stata ancora resa nota ma lo sarà a breve - avrà finalità benefiche in supporto di diversi ospedali della zona e di centri specializzati nella cura contro il cancro.

Peart è scomparso lo scorso 7 gennaio all'età di 67 anni dopo aver perso la battaglia con un tumore al cervello contro il quale lottava da circa tre anni e mezzo.

"L'evento onorerà 'Il Professore' di musica e parole dal punto di vista dei fan, dichiara Lance Kasten dell'Ospedale Overtime Angels di St.Catharins. Siamo grati per il team che stiamo mettendo insieme, dicono i genitori di Peart, e siamo contenti di riuscire a farne un evento benefico che andrà a vantaggio di diverse organizzazioni a cui siamo legati.

Dopo aver raccolto oltre 25.000 firme con una petizione, la città di St.Catharines proporrà di dedicare un padiglione nel parco cittadino al batterista dei Rush, oltre a creare altri memoriali 'tangibili'.

Tra i principali innovatori e tecnici dello strumento, oltre che autore dei testi dei Rush, Peart era considerato un vero punto di riferimento da tanti colleghi, batteristi e non, che alla notizia della sua morte hanno voluto dedicargli un ricordo. Tra tutti Dave Grohl dei Foo Fighters che ha raccontato di come Peart sia stato tra le sue principali influenze e uno dei motivi per i quali ha deciso di impugnare le bacchette:"Ricordo ancora nitidamente il momento in cui ascoltai per la prima volta 2112 quando ero giovane. Era la prima volta che ascoltavo davvero un batterista e da allora la musica non è stata più la stessa. Era chiamato 'il professore' per un motivo: perché tutti noi abbiamo imparato da lui ".

La notizia della sua morte aveva suscitato la reazione di numerosi colleghi come Peter Frampton, Geezer Butler, i Kiss, Max Weinberg della E Street Band di Springsteen, Billy Corgan degli Smashing Pumpkins e Lars Ulrich dei Metallica.

Ulrich ne ha sottolineato l'umanità scrivendo sui social: " Grazie Neil, per essere stato fonte di ispirazione e per i tuoi suggerimenti lungo il cammino, specialmente nei primi tempi, quando ti prendesti il tempo di parlare con un giovane e acerbo batterista danese a proposito di registrazione, attrezzatura e delle infinite possibilità che il futuro avrebbe potuto riservare. Grazie per ciò che hai fatto per i batteristi di tutto il mondo con la tua passione, il tuo approccio e la tua dedizione senza pari a questo strumento".

Anche Corgan ha voluto lasciare un suo ricordo legato agli Smashing Pumpkins:"Lasciate che mi unisca al ricordo di questo grande musicista e poeta sottolineando la sua importanza fondamentale per gli Smashing Pumpkins: ci ha dato le ali per spiccare il volo e ha tracciato una mappa per orientarci. Non esiste un solo batterista rock moderno che non abbia ascoltato la sua musica e abbia parlato di lui con la dovuta reverenza che si riserva a pochi. Come lyricist sono del tutto in debito con lui e, pur non avendo mai avuto la possibilità di incontrarlo di persona, ho sempre avuto la sensazione che fosse un mio amico".

Rush, ci sarà uno show tributo a Neil Peart

"Tom Sawyer" by Rush (Time Machine Tour 2011: Live In Cleveland) [OFFICIAL]

"Tom Sawyer" by Rush (Time Machine Tour 2011: Live In Cleveland) [OFFICIAL]