Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  22 dicembre 2020

Sambora: "Lasciare i Bon Jovi è stata la scelta migliore"

L'ex chitarrista dei Bon Jovi non si pente della scelta di abbandonare la band nel 2013

Intervistato da People l'ex chitarrista dei Bon Jovi Richie Sambora ha parlato della sua decisione di lasciare la band nel 2013, appena prima della partenza di un tour, e di come crede ancora sia stata per lui la scelta migliore da fare.


Sambora: "Non avevo scelta"

L'addio improvviso di Richie Sambora ai Bon Jovi, la band di cui aveva contribuito a realizzare e rendere popolare un suono sin dagli esordi, lasciò tutti di stucco tanto da creare tensioni anche con il leader Jon Bon Jovi deluso da una scelta simile, data per altra con poco preavviso proprio a ridosso della partenza di un tour.

Parlando con People, però, il chitarrista 61enne ha detto di non aver avuto altra scelta se non quella di lasciare la band per dedicarsi completamente alla sua famiglia: "Non è stata assolutamente una decisione popolare". ha detto Sambora, "ma davvero non avevo scelta, non c'era molto da fare a riguardo".

Di sicuro, nonostante sia stata difficile, non è una scelta di cui oggi Sambora si pente: "Sono davvero felice di averlo fatto, di sicuro è stato positivo per la mia famiglia. Heather (l'ex moglie Heather Locklear) sta molto bene e mia figlia Ava è fenomenale".

La famiglia, del resto, viene prima di tutto: "Ne abbiamo passate tante con la band ma avevo bisogno di aiuto psicologico per la mia famiglia. Non sono certo un angelo ma ho realizzato che Ava aveva bisogno che le stessi accanto in quel periodo. La famiglia deve venire prima di tutto, ed è esattamente ciò che è successo".


Sambora e il rapporto con sua figlia Ava

A proposito del rapporto con sua figlia Ava, che ha recentemente compiuto 23 anni dopo essersi laureata alla Loyola Marymount University, Sambora ha rivelato che un momento fondamentale per legare è stato il tempo trascorso dai due sulla strada per il liceo: "Era lì che parlavamo, erava obbligata a stare in auto con me per trenta minuti! In quei momenti puoi capire di cosa ha bisogno, quali sono i suoi sentimenti, la nostra è sempre stata un relazione molto aperta, parliamo molto. Sono davvero orgoglioso di lei e della donna che è diventata. E' una giovane fantastica e con un futuro radioso davanti a lei, è una bella persona".

I vantaggi di non essere in tour

Oltre a poter passare più tempo con la famiglia Sambora sottolinea come il ritmo diverso della sua nuova vita gli stia paradossalmente permettendo di diventare un musicista migliore: "Riesco ad esercitarmi di più ora di quanto non facessi prima, ha detto a People, continuo ad imparare molte cose. Scrivo come un forsennato e va tutto alla grande. Sto scriivendo un sacco con altri artisti e suono il pianoforte meglio di quanto abbia mai fatto prima. Riesco a prendermi il tempo per migliorare in tutto quello che faccio".

Un possibile ritorno?

Nonostante sia felice della sua nuova vita, in un'intervista di pochi mesi fa Sambora non ha escluso la possibilità di unb ritorno con i Bon Jovi con i quali, dopo l'allontanamento, ha suonato solo nel 2018 per lo show di ingresso della band nella Rock and Roll Hall Of Fame: "Dovrebbe esserci una situazione speciale per consentire il mio ritorno - aveva dichiarato Sambora - ma di certo non è da escludere che avvenga. Non ho risentimento nei confronti della band".



Sambora: "Lasciare i Bon Jovi è stata la scelta migliore"