Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  13 luglio 2020
di Nessuno
Nessuno

Stanley & Simmons, storia di un'amicizia

In una recente intervista Paul Stanley ha raccontato l'evoluzione del rapporto tra i due volti carismatici dei KISS

Durante un'apparizione nell'ultimo episodio di "Live From Nerdville With Joe Bonamassa", Paul Stanley ha parlato della sua  collaborazione con il collega co-fondatore dei KISS Gene Simmons - questo nonostante sembrino tipi estremamente diversi. Ha detto infatti: "Quando ho incontrato Gene, non mi piaceva particolarmente. Ma c'era il pragmatismo. Devi dare la priorità e capire qual è la cosa più importante per te per raggiungere il tuo obiettivo. E sapevo che Gene e io eravamo molto più forti insieme di me da solo. Non sono davvero sicuro che lo sapesse, ma è diventato irrilevante. Era: "Come posso arrivare dove voglio andare? Come posso ottenere ciò che voglio?" E Gene era essenziale per questo. Ed eccoci qua più di 50 anni dopo. È sorprendente. Abbiamo creato qualcosa che sembra sopravvivere."

The Painted Face of Music


L'anno scorso, Stanley ha detto al podcast di "Let There Be Talk" di Dean Delray che la sua relazione con Gene non è stata influenzata dall'uscita del libro di memorie del 2014 di Stanley, "Face The Music: A Life Exposed".

"Gene ha sempre accettato molto", ha detto Paul. "E ci siamo avvicinati sempre di più nel tempo, il che è semplicemente fantastico. Ho detto cose nel libro che sentivo essere vere, e sarei rimasto fedele a quello che ho detto. Ma ciò non nega che sia stato un partner formidabile, è un fratello ed è una famiglia. [...] Penso che Gene abbia sempre rispettato il mio punto di vista e, di nuovo, non potrei essere più vicino a lui di quanto lo sia ora. Totalmente. Gli parlo spesso. "

"Sarebbe folle e triste passare attraverso ciò che abbiamo fatto insieme e ciò che abbiamo realizzato con cattiva volontà o animosità", ha continuato. "Semmai, noi due ci guardiamo e diciamo" Wow! " In quei momenti di candore, o quando stiamo solo parlando tra di noi, o scambiandoci messaggi, ci sono quei testi in cui è come "Wow! Guarda cosa abbiamo fatto". Quindi, sì, chiunque la pensi diversamente si sbaglia tristemente, la sua famiglia è la mia famiglia. Conosco Shannon [la moglie di Gene] probabilmente da più di 35 anni. [I figli di Gene] Nick e Sophie, mi sento come loro zio. "


Like brothers from different mothers

"Senti, quando [mio figlio] Evan è nato, la prima persona nella stanza a vederlo è stata Gene", ha aggiunto Paul. "Anche quando le cose sono state difficili, o ci sono state tensioni in passato - e non nel recente passato - siamo sempre stati una famiglia. Quando abbiamo avuto il nostro grande terremoto negli anni '90, in sostanza non stavo parlando con Gene in quel momento e non appena il terreno smise di tremare, lo chiamai. Gli dissi: "Stai bene?" Disse: "Sì". E poi continuavamo a non parlarci, ma la cosa più importante era assicurarsi che stesse bene. Sono molto, molto fortunato ad averlo. E non sono necessariamente d'accordo con tutto ciò che fa." 

Un rapporto che migliora col tempo


In "Face The Music: A Life Exposed", Stanley ha insistito sul fatto che il suo rapporto con Simmons è lentamente migliorato nel tempo. Ma Paul ha anche scritto: "[Gene] ha scelto di ignorare i suoi problemi di fondo e si è invece impegnato a creare una facciata esterna e una persona che, sfortunatamente, si sentiva obbligato a abbattere chiunque minacci la sua personalità sotto i riflettori". Ha anche respinto l'idea che Simmons sia una specie di genio finanziario. "L'avventura di maggior successo di Gene nel mondo degli affari è stata la promozione della percezione di essere un uomo d'affari esperto", ha scritto Paul.

A gennaio 2019, i KISS hanno dato il via al loro  secondo tour di addio, soprannominato "End Of The Road". 


Stanley & Simmons, storia di un'amicizia