Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  15 ottobre 2021

The Cure, Simon Gallup è ancora nella band

Solo due mesi fa lo storico bassista aveva annunciato l'addio ai Cure

Il bassista dei Cure Simon Gallup sembra aver cambiato idea e rispondendo ad un fan ha dichiarato di fare ancora parte della band a due mesi dall'annuncio dell'addio

Simon è rientrato nel gruppo

Simon Gallup è uscito dal gruppo... anzi no. Sembra avere le idee confuse il bassista dei Cure che solo due mesi fa aveva annunciato di aver abbandonato la band di Robert Smith.

Ora Gallup, che ha dato vita al nuovo progetto Alice Blue Gown, ha risposto in modo affermativo alla domanda di un fan che gli chiedeva se facesse ancora parte della storica band inglese.

Il musicista aveva pubblicato lo scorso agosto un post su Facebook, poi cancellato, in cui scriveva: "Non troppo a cuor leggero annuncio che non sono più un membro dei Cure. Buona fortuna a tutti loro. Sto bene, mi sono solo stancato dei tradimenti".

Dopo Smith, Gallup è il membro con 'più presenze' all'interno dei Cure nei quali è stato dal 1979 al 1982 per poi tornare dopo una pausa nel 1984.


The Cure, Simon Gallup è ancora nella band

Continua l'attesa per i nuovi album dei Cure

Intanto sta diventando snervante l'attesa per i fan dei Cure di quelli che potrebbero essere gli ultimi due album della band.

A giugno Robert Smith, dopo la collaborazione con i CHVRCHES per il singolo 'How Not To Drown', aveva promesso che nel giro di poche settimane avrebbe potuto dare una data per il ritorno discografico dei Cure.

Al tramonto di ottobre ancora aspettiamo informazioni a riguardo ma i dischi, che sono due, dovrebbero essere in dirittura d'arrivo.

" Ci siamo messi a registrare due dischi ed uno dei due è davvero drammatico e oscuro, a differenza dell'altro" - aveva detto il leader dei Cure - che ha aggiunto - "Sono tutti e due quasi pronti. Devo solamente decidere chi si occuperà del mixaggio, è l'ultima cosa che ci rimane da fare".

"Il nuovo materiale dei Cure è davvero molto emozionante - aveva aggiunto Smith che di fatto ha confermato la fine della band dopo la pubblicazione - "Si tratta di dieci anni di vita distillati in un paio di ore di roba intensa. Non penso davvero che saremo in grado di fare altro in futuro".

Smith ha poi confermato l'esistenza di un terzo lavoro basato principalmente su rumori, motivo per cui uscirà non a nome Cure ma come album solista: "Ho sempre voluto fare un disco che fosse praticamente un'ora di solo rumore e non volevo che fosse con i Cure - ha detto Robert Smith - Aspetti più di dieci anni un disco dei Cure e poi ce ne veniamo fuori con un album composto solo da rumore. Ho pensato che sarebbe stato meglio farlo uscire a mio nome e non con il resto della band. Si tratta solo di un mio divertimento".