Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  15 luglio 2020

Un generatore automatico di festival anni'90 in attesa dei concerti dal vivo

Per combattere la mancanza dei live estivi, dall'Inghilterra arriva un generatore automatico di festival anni '90

Luglio 2020, siamo nel bel mezzo di uno dei mesi estivi più bizzarri della nostra vita, un'estate senza code interminabili ai cancelli, caldo disumano (no, beh, quello a tratti c'è ancora), tappi nascosti nei luoghi più impensabili e corse in transenna.

Un'estate senza festival estivi, senza live, una sequenza di mesi senza concerti in cui vivere esperienze di una vita, un periodo in cui anche uno degli eventi più grandi e storici della categoria, Glastonbury, è stato costretto a cancellare l'edizione per i 50 anni.

Le soluzioni reali sono abbastanza lontane da divenire: c' è chi pensa tute spaziali per favorire il distanziamento sociale, chi riduce la capienza, chi organizza drive - in e chi aspetta il momento in cui si potrà tornare a fare le cose in maniera abbastanza simile al passato.

Per fortuna qualcuno ha trovato un modo divertente per farci provare un pizzico di tristezza in meno e tanta nostalgia in più.


Il generatore di festival

Il web, come abbiamo detto più volte, sa essere un posto meraviglioso grazie al lavoro di alcuni eroi. Uno di questi è la mente dietro al sito Monkeon.co.uk in cui c'è una sezione che permette di generare in automatico la line up di un festival estivo anni '90.

In aggiunta, la cosa stupenda e allo stesso tempo 'pericolosa' - il rischio è di passare ore incollati allo schermo per percorrere il viale dei ricordi - è che per ogni artista presente nella vostra fanta-line up è possibile vedere video di esibizioni live con un solo click.


Il meccanismo

Stando a quanto riportato sul sito, gli artisti scelti sono in gran parte provenienti dalle bill dei festival inglesi degli anni '90 e, a giudicare dalle grafiche utilizzate, l'ispirazione è abbastanza evidente con richiami ad edizioni storiche, ad esempio, del festival di Reading.

Gli artisti sono tanti e dal background più disparato e se avete qualcosa da ridire sulla loro posizione in scaletta - scrive l'autore della pagina - prendetevela con Spotify perché l'importanza è stilata sulla popolarità attuale dell'artista in base agli streaming sulla piattaforma.

Le nostre line up

Potevamo evitare di provare anche noi la sensazione di fare un tuffo nel passato per trovarci virtualmente sotto il palco nella campagna inglese? Certo che no. 

Ecco allora i nostri primi tentativi di dare vita al nostro festival automatico anni '90. Cosa ve ne pare?




Un generatore automatico di festival anni'90 in attesa dei concerti dal vivo