Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  13 aprile 2020
di Nessuno
Nessuno

Venduto all'asta il manoscritto di Hey Jude dei Beatles

Le note firmate da Paul McCartney hanno raggiunto il valore stratosferico di 910.000 dollari

Ci sono dei capolavori per cui è difficile quantificare un valore economico e ce ne sono altri che permettono di farlo attraverso delle vere e proprie reliquie, come nel caso delle note scritte a mano che Paul McCartney ha realizzato per la registrazione del classico dei Beatles "Hey Jude", vendute per 910.000 dollari in un'asta lo scorso 10 aprile.

Il foglio presenta la linea di apertura di ciascuno dei quattro versi della canzone e due bridge, la parola "break" dopo il primo verso e "terminare, sfumando" alla fine. Secondo la descrizione della casa d'aste Julien, McCartney lo usò nei Trident Studios di Londra e lo diede a uno degli ingegneri. Julien aveva stimato il suo valore tra i 160.000 e i 180.000 dollari, e alla fine l'ha venduto per oltre cinque volte la cifra.

Le note di McCartney facevano parte di un lotto di 218 oggetti che comprendeva vari cimeli dei Beatles che Julien ha venduto nel 50 ° anniversario del loro scioglimento. Tra gli altri oggetti di spicco vi erano: la grancassa usata in un concerto del 1964 al Cow Palace di San Francisco (offerta vincente: $ 200.000), un disegno fatto da John Lennon durante il suo "Bed-In for Peace" del 1969 di Yoko Ono ( $ 93,750) e le note scritte a mano da Lennon delle registrazioni del film promozionale "Hello, Goodbye". 

"Hey Jude" è stato scritto da McCartney per dare conforto a Julian Lennon, di allora cinque anni, sulla scia del divorzio di suo padre dalla prima moglie, Cynthia. Avendo bisogno di una macchina a otto tracce per registrare completamente l'orchestra di 36 brani, i Beatles si trasferirono dalla loro solita base di Abbey Road Studios, che ne aveva una solo a quattro tracce, ai Trident Studios. Nonostante il suo tempo di esecuzione originale di 7'11", la canzone è rimasta al n. 1 negli Stati Uniti per nove settimane, fissando un nuovo record all'epoca.

Secondo NME, l'asta doveva inizialmente svolgersi presso l'Hard Rock Cafe di Times Square a New York, ma è stata spostata interamente online a causa del bdella città a causa del coronavirus.

Alla mezzanotte di ieri a New York si è tenuto uno spettacolo speciale, tutto a tema Beatles. Sono state sincronizzate le luci dell’Empire State Building e un medley di due brani dei Fab Four, tratti dal loro album “Sgt. Pepper's lonely hearts club band” del 1967. Le canzoni erano “Sgt. Pepper's lonely hearts club band (Reprise)” e “A day in the life”, trasmesse dall’emittente radiofonica statunitense Q104.3 a tempo con lo spettacolo di luci progettato da Marc Brickman, e nato dalla collaborazione tra Empire State Realty Trust e iHeartMedia per regalare un momento magico alle persone chiuse in casa in questi giorni nella Grande Mela.


Venduto all'asta il manoscritto di Hey Jude dei Beatles