Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  25 maggio 2020

Queen, Brian May ha avuto un infarto

A rivelarlo il leggendario chitarrista che ha deciso di raccontare tutta la verità sul suo stato di salute e sull'infarto che lo ha colpito nei giorni scorsi

Brian May torna a parlare dopo l'incidente domestico che alcune settimane fa lo ha costretto ad una corsa in ospedale. Il chitarrista dei Queen, che pensava di essersi "Strappato il 'gluteus maximus' " mentre faceva giardinaggio, si è rivolto ai follower di Instagram per dare un aggiornamento sul suo stato di salute e spiegare che, oltre a quello che inizialmente era stato riportato come un semplice infortunio muscolare e si è rivelato essere un doloroso problema di nervi, ha anche avuto un infarto .


L'infarto di Brian May

Il chitarrista dei Queen nelle scorse ore ha deciso di rivelare tutta la verità sul suo stato di salute in un video. Dopo aver ricordato l'incidente domestico che ad inizio mese lo ha costretto in ospedale e che gli ha causato enorme dolore alla colonna vertebrale e alle gambe, Brian May ha rivelato di aver avuto un infarto:  "il resto della storia è abbastanza shockante: sono un tipo in salute, vado in bici, in forma, ho la pressione sanguigna perfetta, mangio in modo salutare. in ogni caso, nel bel mezzo dei trattamenti per questi dolori alla schiena ho avuto un piccolo infarto, sono stati solo 15 minuti di dolore in petto, sudore, dolore alle braccia. Il mio dottore mi ha portato in ospedale con la sua auto, ho fatto tutti gli esami e abbiamo visto che c'era un problema e sono stato molto fortunato ad esser stato curato velocemente. Il giorno dopo abbiamo visto che avevo ben tre arterie che erano ostruite e c'era molta pressione su di me per farmi mettere dei bypass ma altri mi hanno detto che non c'era bisogno e che avrei avuto una soluzione molto più veloce con gli stent, ed ho optato per quest'ultima".

"Da questo possiamo imparare che, anche se pensate di avere un cuore in salute fate dei controlli, anche io lo farò ogni tanto - ha concluso Brian May  -  Sono grato però di avere nuovamente una vita, la cosa strana è che una cosa del genere avrebbe potuto uccidermi, ma il dolore fisico che sto provando viene da una cosa completamente diversa. In ogni caso sto bene, non mandatemi messaggi di vicinanza perché sto bene, davvero, sono qui e ready to rock!"



Sheer Heart Attack

Con la sua proverbiale ironia, Brian May, ha accompagnato il video con una didascalia in ricordo delle sue iniziali perplessità nel scrivere 'Sheer Heart Attack' , titletrack dell'omonimo album pubblicato dai Queen nel 1974 che significa letteralmente "Forte attacco di cuore".

"Beh, sono sempre stato preoccuato dal titolo di quel disco. Mi sono sempre chiesto se avesse potuto dare fastidio a qualcuno che, effettivamente avesse avuto un infarto. Beh, ora che faccio parte del club sono abbastanza sollevato, non lo trovo assolutamente fastidioso. Prendetevi cura di voi stessi. Ah, e perché i dischi della mia colonna vertebrale sono così schiacciati, beh, penso che 50 anni passati a correre in giro con una fascia di chitarra intorno la mia spalla sinistra possano avere un po' di colpa. Ma forse ne è valsa la pena".




Lo stato di salute di Brian May

A proposito del suo stato di salute, nei giorni scorsi May aveva raccontato dell'incidente domestico che pensava fosse solo uno strappo muscolare e che si è rivelato essere doloroso al punto da 'paralizzargli il cervello'.

"E' incredibile cosa il vero dolore possa fare al corpo. Sono sempre stato uno con la soglia del dolore molto alta, ad esempio quando vado dal dentista non mi faccio mai anestetizzare, ma questo dolore neurologico che ha iniziato a popolare il mio corpo circa tre settimane fa, no, è venuto fuori che non aveva niente a che fare con l mio gluteo, mi ha praticamente paralizzato il cervello".

Il dolore ha preso il sopravvento sul corpo e la testa di Brian May, settantadue anni, al punto da farlo sentire completamente diverso: "Ho avuto la sensazione che avesse preso possesso della mia personalità - ha aggiunto il guitar hero dei Queen - mi sono svegliato con la sensazione che, in qualche modo, quel dolore FOSSE me, e lottavo per ritornare nel mio copro. Ho preso gli antidolorifici più forti e, alla fine, vivevo in un mondo da incubo".

La riabilitazione

Per fortuna di Brian May e di tutti i fan dei Queen, però, poco per volta il musicista ha iniziato a riprendersi: "Un grande aiuto mi è venuto con la gestione del dolore e la riabilitazione e oggi posso sedermi e muovermi lentamente riuscendo a fare le cose con quasi nessun dolore. L'unica cosa da fare era stringere i denti e reagire. Fisioterapia e osteopata mi hanno aiutato molto".

Per dimostrarlo May ha postato una foto della sua prima camminata all'aria aperta, ovviamente non con le sue sole gambe. Il musicista britannico si è infatti fatto vedere seduto su una panchina nel verde ma armato di stampelle.

"La mia prima camminata nel parco da quando tutto questo è cominciato, l'aria è una bella sensazione e il caldo e la brezza sono fighe. Sono costretto da queste 'cose' per andare in giro, si spera non a lungo' - scrive May riferendosi alle stampelle  - sono passato per ben altre ferite nella mia vita e del resto ciò che non uccide fortifica, e io non ho certo intenzione di andarmene ora!"



Il chitarrista dei Queen ha voluto tranquillizzare i fan parlando sia della sua distanza dai social, dove è sempre molto attivo, che della cosa che più interessa a tutti: la musica: " Mi siete mancati - ha comunicato Brian May - ma ho passato giorni difficili, alcune volte avevo difficoltà anche a lavarmi i denti (e rasarmi era TROPPO difficile, come potete vedere) quindi non se ne parlava proprio di suonare la chitarra".

Ma niente paura, se vi mancano le lezioni online fatte dal chitarrista dei Queen attraverso i suoi canali social, o siete preoccupati sul futuro da musicista di Brian May, ora c'è da stare abbastanza sereni. In un altro video, infatti, ha rivelato che i miglioramenti gli consentono ora di tornare al suo strumento del cuore: "Ora sono in grado di prendere di nuovo in mano la chitarra - ha detto May - il che è una cosa fantastica. Sembra che funzioni tutto" ha detto Brian May prima di lanciarsi in un riff e ritornare alle sue sessioni di chitarra online.


Queen, Brian May  ha avuto un infarto